AperitivoExtra

Il giro del mondo in 5 cocktail

aperitivi in giro per il mondo
39Views

Unisciti a noi in un tour sensoriale che ci porterà in giro per il mondo, un viaggio esplorativo attraverso cinque cocktail esotici, ciascuno con la sua unica storia e origine. Da New York a Tokyo, da Parigi a Lima fino ad arrivare a Nairobi, ogni sorso racconta una storia, un’atmosfera, un pezzo di mondo. Ecco il tuo biglietto per un’avventura dal gusto internazionale.

New York: Manhattan

Iniziamo il nostro viaggio a New York, città cosmopolita che, con la sua aura di raffinatezza e classe, passa alla storia con il classico cocktail Manhattan. Questo drink ha affrontato il proibizionismo, resistendo a innumerevoli tendenze, ed è riconosciuto universalmente come uno dei cocktail più iconici di sempre. La storia racconta che fu creato per la prima volta nel 1870 a New York, durante un ricevimento ospitato da Jennie Jerome, madre di Winston Churchill. La location? Il leggendario Manhattan Club, ovviamente. Whiskey, vermouth rosso e un tocco di bitter, serviti con una ciliegina, questi sono gli ingredienti del Manhattan: un cocktail che racchiude in sé lo spirito vibrante di una città che non dorme mai.

Tokyo: Sakè Martini

Proseguiamo verso il Giappone e arriviamo a Tokyo, dove il tradizionale sakè incontra il classico martini. Questo cocktail, conosciuto anche come Saketini, rappresenta la fusione tra oriente e occidente, un equilibrio perfetto tra il gusto delicato del sake e la forza del martini. Si dice che il Saketini abbia avuto origine proprio a Tokyo negli anni ‘50, conquistando rapidamente popolarità in Giappone e all’estero. È diventato un emblema della cultura giapponese, amato e adottato in numerosi paesi. Servito freddo, il Sakè Martini è un invito a esplorare l’eleganza e la raffinatezza della cultura giapponese.

Parigi: Kir Royal

Attraversando l’oceano, arriviamo nella romantica Parigi per degustare un Kir Royal. Il Kir Royal ha le sue radici nel Kir, un cocktail nato nella Francia del dopoguerra. Con l’aumentare della popolarità del Kir, gli appassionati di cocktail iniziarono a sperimentare con diverse varianti. Il Kir Royal emerse come una delle più lussuose, sostituendo il vino bianco con lo champagne. La combinazione di crème de cassis e champagne è una vera celebrazione dello stile e del fascino francesi. Ogni sorso di questo cocktail effervescente è un invito a vivere ‘la vie en rose’.

Lima: Pisco Sour

Voliamo a Lima per gustarci il prossimo cocktail. Il Pisco Sour è una celebrazione vivace del Sud America, un mix audace di pisco peruviano e succo di lime fresco. Un tocco di sciroppo dolce e un’albumina d’uovo si uniscono per creare una schiuma setosa, che ricorda le vette innevate delle Ande. Ogni sorso di questo cocktail è un’avventura che cattura lo spirito indomito e l’energia di terre lontane e misteriose.

Nairobi: Dawa

Concludiamo il nostro viaggio tra i sapori in Africa. Il Dawa, che in swahili significa “medicina”, è un cocktail keniano ricco di freschezza e vitalità. Una fusione di vodka, miele fluido e lime, servita con un caratteristico “bastoncino Dawa” per mescolare la magia. Ogni sorso è un viaggio nei vivaci mercati di Nairobi, una celebrazione dello spirito africano in un bicchiere.

 

Ogni sosta in questo viaggio globale attraverso i cocktail rivela una nuova faccia della cultura mondiale, un modo per assaporare storie e tradizioni in un bicchiere. Così, un sorso alla volta, il mondo si svela in tutta la sua diversità e ricchezza.