Extra

Firenze e le specialità fiorentine

steak fiorentina
642Views

Firenze è una città che ha moltissimo da offrire al turista ma anche al semplice cittadino che ha la fortuna di vivere in questa meraviglia il cui centro storico è Patrimonio dell’UNESCO, ricco di musei fino agli splendidi giardini come quello di Boboli che circonda lo storico Palazzo Pitti. C’è poi la Firenze del gusto, del buon cibo e del buon vivere che, anche per questo, è diventata una delle mete più amate dai turisti di tutto il mondo: non c’è niente di meglio, dopo una giornata trascorsa in giro tra le bellezze della città, che fermarsi e gustare le leccornie locali.

La Firenze del Gusto

Visitando il portale destinationflorence.com si ha l’opportunità di conoscere i luoghi giusti per gustare i piatti tipici della città e in generale della Toscana. Non si tratta solo di locali e ristoranti, alcuni estremamente raffinati come quello che sorge all’interno del museo Gucci Garden Galleria nel trecentesco Palazzo della Mercanzia con vista su Piazza della Signoria. Basta infatti passeggiare per il centro storico di Firenze per scorgere lungo le facciate di alcuni palazzi delle finestrelle con tanto di cornici in pietra, spesso finemente lavorate: sono le Buchette del Vino, nate nel ‘500 ai tempi dei Medici, utilizzate durante la peste del ‘600 per servire cibo e vino senza rischiare di infettarsi per poi essere usate per lasciare viveri ai poveri della città. Ebbene oggi alcune delle 170 Buchette del Vino sparse per la città si aprono su locali che spesso servono un buon bicchiere di Chianti proprio da queste antichissime aperture.

Chi vuole però fare una full immersion nell’offerta enogastronomica di Firenze, deve recarsi al Mercato Centrale di San Lorenzo, vera delizia per gli occhi e per la gola. La struttura consta di due parti: una parte è esterna, con le botteghe che si affacciano sulle vie limitrofe con la loro mercanzia fatta di oggetti in pelle, ceramiche e souvenir vari. La parte interna del mercato si trova all’interno di una struttura in ghisa e vetro che all’esterno ricorda molto il Palazzo Medici Riccardi: al piano terra si trovano i banchi del pesce, della frutta, della carne e tanto altro ancora; il primo piano è dedicato alle eccellenze enogastronomiche della regione e non solo, con botteghe tematiche che permettono di degustare i prodotti mostrando anche le varie fasi di lavorazioni.

Chi ha a disposizione qualche giorno in più da trascorrere a Firenze può percorrere la Via Chiantigiana che percorre il pittoresco paesaggio circostante la città, tra colline, filari di cipressi e vigneti che sembrano essere stati ritratti da un pittore. Questa scenografica strada permette di scoprire alcune delle più importanti cantine del Chianti, da quella di Villa Calcinaia dedicata a clienti più esigenti al cinquecentesco Castello Vicchiomaggio.

I piatti tipici di Firenze

La tradizione culinaria di Firenze ha origini tanto antiche, con piatti poveri ma anche con leccornie che hanno soddisfatto palati ben più fini come lo Zuccotto, un semifreddo legato alla figura di Caterina de’Medici, a base di ricotta, mandorle e frutta candita. Tra i piatti tipici c’è ovviamente la Bistecca alla Fiorentina, rigorosamente con carne chianina alta almeno 5cm, cotta all’esterno ma ben al sangue all’interno.

Non si può soggiornare a Firenze poi senza assaggiare la Ribollita, una zuppa tipicamente invernale a base di pane raffermo e cavolo nero, oppure la Panzanella, un piatto fresco amato nelle calde estati toscane e anch’esso a base di pane raffermo, pomodoro, basilico, cipolla rossa e cetriolo.

A Firenze i dolci sono poi delle vere golosità e spaziano dal gelato, nato a quanto pare proprio nel capoluogo toscano grazie all’idea dell’architetto Buontalenti, al Castagnaccio fino alla Schiacciata Fiorentina: il primo è un dolce toscano a base di farina di castagne, uvetta, pinoli, noci e rosmarino, mentre il secondo è una buonissima torta con la superficie ricoperta di zucchero a velo e il giglio fiorentino in bella evidenza.

Molto di moda sono poi a Firenze gli aperitivi, stuzzichini che racchiudono tutta la cultura e la passione culinaria della città: di solito sulla tavola si ritrovano formaggi tra cui il pecorino toscano DOP, salumi come l’eccellente finocchiona, bruschette condite con olio evo e aglio e soprattutto i crostini neri con acciughe capperi e paté di fegato di pollo.

Discorso a parte merita il Re dello street-food a Firenze: si tratta del Lampredotto, ovvero trippa cotta in brodo con cipolla, prezzemolo, pomodoro e sedano. La tradizione vuole che si mangi nel pane chiamato semelle, inzuppato nel brodo e accompagnato dalla salsa verde. Sono molti i lampredottari sparsi per la città, da Piazza de’ Cimatori a Piazza del Mercato Nuovo fino al Mercato di San Lorenzo e al caratteristico Borgo di San Frediano.

Destination Florence è il portale ideale per tutti coloro che desiderano organizzare un viaggio a Firenze in totale sicurezza, approfittando dei servizi di alta qualità messi a disposizione. Anche per organizzare tour enogastronomici, partecipare a una lezione di cucina toscana con cena nel cuore di Firenze o scoprire il Chianti con percorsi e degustazioni, Destination Florence è il portale giusto per conoscere e prenotare la propria esperienza.