Alcolicicocktails

White Lady: storia, ricetta e preparazione del cocktail

White Lady
142Views

White lady: un cocktail in cui i toni degli agrumi si sposano con il Gin.

INGREDIENTI:

  • 1  1/4 oz – 4 cl di Gin
  • 1 oz – 3 cl di Triple Sec
  • 3/4 – 2 cl di Succo di limone fresco

PREPARAZIONE:

Per preparare un White Lady versate tutti gli ingredienti in uno shaker con ghiaccio e shakerate bene. Con il colino conico fate una doppia filtrazione in una coppetta gelata.

La prima versione originale che riporta questo nome prevedeva in parti uguali Cointreau, crema di menta bianca e succo di limone.

La seconda prevedeva invece 2 parti di Gin, 1 parte di Cointreau e 1 parte di succo di limone.

Categoria IBA

The Unforgettables

TIPOLOGIA

After Dinner Cocktail

TECNICA

Shake & Strain

Da sapere sul White Lady

Il White lady è un cocktail di tipo all day sour a base di gin e triple sec. È un cocktail ufficiale dell’IBA. Il White Lady, è  anche conosciuto con i nomi di:

  • Delilah,
  • Chelsea Side-car,
  • Lillian Forever

Può a tutti gli effetti essere paragonato al Sidecar, da cui differisce solo per l’uso del gin al posto del Cognac.

L sua storia è piuttosto controversa. Anche se la prima ricetta scritta compare nell’inebriante Savoy Cocktail Book di Harry Craddock, si pensa che l’ideatore sia l’inossidabile Harry MacElhone nel 1919.

Indipendentemente da chi l’ha creato, è un cocktail elegante e raffinato, che si presenta candidamente candido ma che offre un complesso mix di sapori dato dagli agrumi che si uniscono al gusto pungente del gin.

Il White Lady è un cocktail tagliente con una punta di acido (soprattutto se usate un triple sec poco zuccherato e con una forte presenza di agrumi). E’ una aspetto che lo contraddistingue ma c’è chi potrebbe aver bisogno di addolcirlo con un poco di sciroppo di zucchero.

Abbinatelo a stuzzichini a base di verdure, pesce, e con la presenza di agrumi.

Attenzione: Prestate particolare attenziona al grado alcolico di questo coktail perchè è decisamente alto. E’ un ottimo aperitivo ma attenzione a non esagerare!

Lascia un commento