Alcolicicocktails

Americano, ricetta e storia del cocktail

americano
514Views

Americano, un cocktail classico ancora molto apprezzato.

INGREDIENTI:

  • Campari, 1 oz (3 cl)
  • Vermuth rosso, 1 oz (3 cl)
  • Soda water, uno Splash

Decorazioni

Scorza di arancia o limone

PREPARAZIONE:

L’americano si prepara con la tecnica del Build. Questo significa semplicemente che il cocktail viene costruito direttamente nel bicchiere. Mettere del ghiaccio in un tumbler basso, versare tutti gli ingredienti e miscelare con un bar spoon. È possibile esaltare il cocktail con un twist di limone, arancia o pompelmo. Facendo uso di Vermuth particolarmente corposi è consigliabile abbassarne leggermente il dosaggio.

Bicchiere

Tumbler basso. Il tubler è un bicchiere cilindrico e liscio. Il Tumbler basso è da 27 cl

Categoria IBA

The Unforgettables

Tipologia

Before Dinner Cocktail

Tecnica

Build (ossia cocktail costruito direttamente nel bicchiere)

Da sapere sull’Americano

L’esatta origine dell’Americano è incerta. C’è chi lo fa risalire al 1860 attribuendolo al Gaspare Campari’s bar a Milano. Chi anticipa di parecchi anni la sua invenzione collocandola negli anni trenta  e spostandola in territorio americano. E’ proprio seguendo questa seconda linea di pensiero che si riesce a dare una spiegazione al nome del cocktail. Perché mai chiamare un cocktail “americano” nonostante abbia ingredienti tipicamente italiani?

Ricordiamo che il il Vermut nasce a Torino mentre il Campari è di Milano. Persino la soda è milanese! La spiegazione è però più facile, e lineare, di quanto possa sembrare a prima vista. Il cocktail sembra infetti prendere il nome da un pugile italiano, Primo Carnera, molto attivo negli USA.

Il suo successo è comunque indiscusso ed è un cocktail ancora molto apprezzato.

Lascia un commento