Alcolicicocktails

Pirlo, ricetta e storia del cocktail

pirlo
391Views

Il Pirlo è una bevanda alcolica consumata come aperitivo, tipica del territorio bresciano. Simile, ma non uguale allo Spritz, è a base di vino bianco fermo e Campari . Negli ultimi anni, anche grazie alla moda degli aperitivi, il Campari è spesso stato sostituito col meno alcolico Aperol.

INGREDIENTI:

  • Vino bianco fermo, 2/3 parti
  • Campari (o Aperol), 1 parte
  • Acqua minerale gassata
  • Una scorza di limone
  • Una scorza di limone

PREPARAZIONE:

Per preparare il Pirlo versare gli ingredienti in un Baloon  riempito con del ghiaccio. Miscelare e decorare con una fetta di limone.

Bicchiere

Baloon

Tecnica

Shake & Strain

Da sapere sul Pirlo

E’ un cocktail che prende il suo nome da una forma dialettale bresciana. E’ infatti usanza comune dire “ho fatto un Pirlo” per indicare una caduta con, per fortuna, nessuna grave conseguenza. Il liquore versato, cadendo nel bicchiere, ricorderebbe, appunto, una caduta grazie al suo movimento verso il basso prima e nuovamente verso l’alto subito dopo.

Seguendo le indicazioni della tradizione orale bresciana si sono individuate due diverse ipotesi sulla nascita del Pirlo. La prima vuole che il pirlo venisse preparato miscelando vino bianco e vermut. Nelle tipiche osterie bresciane del centro storico di Brescia veniva inizialmente chiamato bianco sporco. Secondo un’altra ipotesi il Pirlo comparirebbe nel bresciano solo dopo il conflitto mondiale, dopo la diffusione di Campari ed Aperol.

Lo sapevi che il Pirlo è stato dichiarato dal New York Times l’aperitivo più figo del momento in America?

La giornalista Rosie Schaap, nella sezione cucina del  quotidiano lo ha affermato dopo aver assaggiato il popolare aperitivo su suggerimento dell’amico Damiano Abeni (storico traduttore di poesia americana).

Varianti

Il Pirlo originale prevede venga usato nella sua preparazione del vino bianco fermo. Solo successivamente fece la comparsa il vino bianco frizzante. Si sono create così due fazioni:

La più tradizionalista, che prevede si prepari il Pirlo usando vino bianco fermo, Aperol o Campari e acqua gassata
Ua più moderna, che prevede vengano usati vino bianco frizzante, Aperol o Campari e, a volte, seltz
E il Pirlone? Il pirlone non è altro che un pirlo doppio, spesso servito in bicchieri davvero enormi ed accompagnato con una porzione piuttosto abbondante di stuzzichini.

Lascia un commento