Alcolicicocktails

Spritz, ricetta e storia del cocktail

Aperitiviamo Spritz
189Views

Lo spritz è un long drink aperitivo alcolico, popolare nel Triveneto, a base di prosecco, bitter e acqua frizzante o seltz. Nel 2011 stato inserito nella lista ufficiale IBA, con il nome di spritz veneziano.

INGREDIENTI:

  • Prosecco, 2 oz (6 cl )
  • Aperol, 1 1/4 oz (4 cl)
  • Soda Water, splash.

PREPARAZIONE:

Per preparare lo spritz  versare gli ingredienti in un tumbler medio riempito con del ghiaccio. Miscelare e decorare con una fetta di arancia.

Bicchiere

Old-fashioned

Tipologia

Sparkling Cocktail

Categoria IBA

New era drinks

Tecnica

Build

Da sapere sullo Spritz

Lo spritz nasce presumibilmente tra gli anni venti e trenta del Novecento a Venezia. Ma a cosa è dovuto un nome così particolare? Forse non sai che è legato ai soldati dell’impero asburgico che, di istanza nella Repubblica Serenissima, erano soliti allungare i vini veneti, per loro decisamente troppo forti, con dell’acqua frizzante. Lo Spritz prende il proprio nome proprio da questa usanza, facendolo derivare dal verbo tedesco austriaco spritzen, che significa, appunto, spruzzare.  Più avanti si pensò di unire fondere l’usanza dello ‘spruzzo’ all’Aperol  che venne presentato alla Fiera di Padova nel 1919. Non tutti sanno che inizialmente venne usato anche il Select, prodotto dai fratelli veneziani Pilla.

La ricetta è dunque piuttosto semplice e prevede, oltre al seltz per allungarlo, un bitter ed un vino bianco frizzante. Solitamente, in fase di ordinazione, si specifica al barista il tipo di bitter che si preferisce: di solito si tratta di Aperol o di Campari, che conferisce un gusto  più amarognolo.

L’accompagnamento ideale per lo Spritz è, restando in terra veneta, il tramezzino veneziano. Che sia il tradizionale a base di tonno e cipolline o una rivisitazione (come ad esempio) funghi e prosciutto poco importa, l’importante è bere e mangiare in abbondanza.

Varianti
Si possono preparare diverse varianti sostituendo l’Aperol con il Campari, il Select o altri liquori amari. Come ad esempio il Cynar o il Rabarbaro Zucca. E’ possibile anche servirlo in un calice da vino.

Lascia un commento